Art. 1 – Oggetto

1) Thinking3d.net (in seguito denominata Thinking3D) di Francesco Reato (di seguito il Contraente) offre, attraverso le proprie pagine web, servizi di stampa 3D e vendita di oggetti stampati con la medesima tecnica.

2) Le forniture, le prestazioni e le offerte del Contraente si effettuano esclusivamente sulla base dei presenti termini e condizioni d’uso (le Condizioni). Queste si applicano a tutti gli ordini di acquisto di prodotti e/o servizi che il Contraente propone sulle pagine web di Thinking3D.

3) Eventuali diverse condizioni proposte dall’acquirente/cliente (il Committente) o da terzi che siano conflittuali e/o divergenti dalle presenti, non troveranno applicazione anche nel caso in cui il Contraente non le abbia specificamente rigettate. Anche se il Contraente farà riferimento a documenti connessi con termini e/o condizioni del Committente o di terzi, ciò non costituirà approvazione dei suddetti termini e/o condizioni.

4) Tutte le offerte del Contraente sono senza impegno e non vincolanti, per quanto non siano espressamente definite tali ovvero riportino un determinato termine di accettazione. Le accettazioni e gli ordini richiedono, per la loro validità, una conferma scritta del Contraente.

5) Per ordini con consegna a terzi si considererà Committente il soggetto che fa l’ordine. Se la fornitura a terzi avviene a favore di questi ultimi ovvero se il destinatario della fornitura si arricchisce in altro modo con la presa di possesso e l’utilizzo delle forniture, il soggetto ordinante e il destinatario della fornitura saranno congiuntamente considerati quali Committente. Conferendo un simile incarico, il soggetto ordinante assicura di disporre dell’assenso a tale riguardo.

6) L’acquirente dà atto che in tal modo il Contraente assicura la corretta ricostruzione della volontà contrattuale con il fine di informare il consumatore con certezza del contenuto negoziale di ogni accordo.

Art. 2 – Comunicazioni con il Committente

1) La comunicazione con il Committente avviene di norma tramite e-mail. Il Committente deve perciò adoperarsi affinché sia sempre assicurata la ricezione delle e-mail. In particolare il Committente deve indicare il proprio indirizzo e-mail nel momento in cui invia il proprio ordine e deve comunicare tempestivamente al Contraente ogni variazione di tale indirizzo. Il Committente ha il dovere di non utilizzare programmi che impediscano la ricezione delle e-mail o che impediscano alle e-mail di arrivare a sua conoscenza.

2) Costituirà prova dell’avvenuta comunicazione la relazione di invio.

Art. 3 – Inoltro richiesta di servizio/ordine e conclusione del contratto

1) Per effettuare l’ordine il Committente ha due possibilità:

a) Per richiedere la stampa personalizzata di un proprio oggetto il Committente dovrà compilare l’apposito modulo di richiesta di preventivo, allegare il disegno dell’oggetto da stampare, accettare le presenti Condizioni e premere il pulsante “Invia“;

Sarà quindi cura del Contraente inviare, entro tempi congrui, il preventivo di stampa tramite e-mail con indicata la procedura per la conferma definitiva dell’ordine da parte del Committente e le informazioni per il pagamento. L’invio di tale ultima conferma equivale ad una proposta contrattuale con il Contraente e, in quanto tale, vincola il Committente.

Se l’accettazione è stata correttamente inoltrata, salva la facoltà del Contraente di accettare la proposta successivamente (in funzione delle disponibilità di materia prima, le caratteristiche specifiche del progetto e l’impiego delle macchine di stampa), il Committente riceverà una e-mail di conferma e la richiesta di pagamento.

b) Il Committente sceglie un prodotto tra quelli esposti nell’apposita sezione, aggiunge l’oggetto al carrello tramite il pulsante “Acquista” e procede alla conclusione dell’ordine cliccando sul pulsante “Concludi l’ordine” dalla pagina del “Carrello”. Il Committente, dopo aver completato nella pagina riepilogativa i campi necessari alla spedizione e alla fatturazione e dopo aver accettato le presenti Condizioni, conclude la procedura relativa all’ordine cliccando sul pulsante “Effettua l’ordine”. Il Committente verrà quindi indirizzato alla pagina che gli consentirà di procedere al pagamento.

Anche in questo caso la conclusione della procedura sopra descritta equivale ad una proposta contrattuale con il Contraente e, in quanto tale, vincola il Committente.

Se l’ordine è stato correttamente inviato, il Committente riceve un’e-mail, con la quale viene confermata la ricezione di detto ordine e vengono fornite al Committente le informazioni riassuntive sull’ordine e sul prodotto, salva la facoltà del Contraente di accettare la proposta successivamente, compatibilmente con la disponibilità dei prodotti richiesti.

2) L’e-mail di conferma della ricezione dell’ordine non costituisce quindi l’accettazione della proposta del Committente. Il contratto si intende concluso ex art. 1326 cod. civ. quando il Contraente invia per e-mail l’espressa accettazione della proposta oppure ex art. 1327 cod. civ. quando il Contraente accetta la proposta attraverso fatti concludenti, e cioè predisponendo l’invio dei prodotti, previo avviso.

3) Il Committente può interrompere la predisposizione e l’invio dell’ordine in ogni momento, semplicemente interrompendo la procedura di cui al punto 1) del presente articolo e/o la connessione al sito di Thinking3D.

Art. 4 – Recesso

Ai consumatori spetta per legge, ove applicabile, il diritto di recesso dal contratto concluso a distanza, diritto sul quale si forniscono, ai sensi di legge, le seguenti informazioni.

a) Prodotti personalizzati: esclusione del diritto di recesso

Il Committente prende atto che i prodotti di stampa realizzati dal Contraente, sulla base delle specifiche indicazioni del Committente riportate nella richiesta di preventivo, sono da considerarsi prodotti personalizzati.

Di conseguenza, per tali prodotti, è escluso il diritto di recesso per le vendite a distanza a norma dell’art. 55 comma secondo lett. C del codice del consumo.

b) Prodotti non personalizzati: diritto di recesso

Qualora vengano acquistati prodotti non personalizzati, ossia senza l’invio di file personalizzati per la stampa 3D, il Committente consumatore ha diritto di recesso secondo quanto di seguito indicato:

Il Committente ha diritto di recedere, a sua esclusiva discrezione, del presente contratto entro 14 giorni per iscritto (ad esempio via lettera o e-mail) oppure restituendo il prodotto acquistato (nel caso in cui il prodotto sia stato spedito al Committente prima dello scadere del suddetto termine). Il termine sopra indicato decorrerà secondo quanto previsto all’art. 65 del Codice del Consumo.

La comunicazione di recesso dovrà essere indirizzata a:

Francesco Reato

Via G. Polacco, 6

31100 – Treviso

Oppure, via e-mail, a: info@thinking3d.net

 

Nel caso di esercizio del diritto di recesso, entrambe le parti restituiranno quanto ricevuto nell’esecuzione del contratto e rinunceranno a eventuali vantaggi dagli stesso ottenuti (quali, ad esempio, gli interessi). Se il Committente non fosse in grado o fosse solo parzialmente in grado di restituire quanto ricevuto nell’esecuzione del contratto o di rinunciare ai suddetti vantaggi, il Committente sarà obbligato a corrispondere un rimborso pari al valore mancante (calcolato dal Contraente in funzione del prezzo iniziale d’acquisto). Il Committente sarà tenuto a sostenere i normali costi di restituzione se i beni forniti sono effettivamente quelli ordinati. In caso contrario, il costo della restituzione non sarà addebitabile al Committente. Il rimborso del corrispettivo pagato avverrà entro 30 giorni. Tale limite temporale decorrerà dal momento in cui il Contraente ha ricevuto indietro i beni in questione.

Art. 5 – Prestazioni del Contraente e tolleranze

1) Il contenuto delle prestazioni dovute dal Contraente è quello che risulta dalle indicazioni contenute nel sito Thinking3D, nella pagina di anteprima visibile prima della conclusione dell’ordine e nel preventivo di stampa, così come nelle eventuali integrazioni/modifiche delle Condizioni.

2) I dati forniti del Contraente in merito all’oggetto o all’illustrazione della fornitura o del servizio (p.e. disegni, immagini, dimensioni, pesi o altri dati inerenti la prestazione) hanno solo un valore approssimativo nella misura in cui la possibilità d’uso per il fine previsto a contratto non ponga come condizione l’esatta corrispondenza. Fatti salvi i casi in cui sia previsto diversamente, tutti i prodotti di stampa ordinati saranno realizzati in linea con i criteri standard per la stampa 3D.

3) con riferimento ai prodotti di stampa personalizzati, i seguenti margini di errore saranno tollerati: 1 mm di spessore minimo, 1 mm di scarto residuo.

4) Con riferimento ai filamenti, potranno verificarsi lievi variazioni dei colori. Ciò può verificarsi anche nei confronti di precedenti ordini sempre stampati dal Contraente.

5) Una modifica delle Condizioni può essere richiesta dal Committente soltanto per iscritto e costituisce una proposta per la conclusione di un nuovo contratto. Il Contraente non è obbligato ad accettare la proposta del Committente.

6) Il Contraente non è inoltre contrattualmente obbligato a richiedere gli eventuali dati di stampa necessari a completare l’ordine, qualora mancanti o incompleti.

7) Per gli oggetti in vendita è fornita una dettagliata descrizione per ogni prodotto, della sua natura e caratteristiche. Il contenuto della descrizione rientrerà fra le Condizioni e i termini del contratto, una volta che il prodotto viene acquistato. Disegni, immagini, dimensioni, pesi o dati diversi sono indicativi e non vincolanti, a meno che non sia stato espressamente convenuto per iscritto.

8) Nel tempo i colori possono sbiadire. Ciò, in particolare, è legato allo specifico uso ed all’ambiente cui è sottoposto l’oggetto. La presenza di piccole “bave” o di piccole porosità nel materiale è da considerarsi normale per la tecnologia di stampa utilizzata.

Art. 6 – Stampa e dati

1) Il Contraente effettuerà tutti gli ordini di stampa personalizzata esclusivamente sulla base dei dati forniti dal Committente. Tali dati dovranno essere forniti esclusivamente nei formati e con le specifiche indicate nelle informazioni disponibili al Committente nel sito Thinking3D. Se sono utilizzati dati di formato diverso o altre specifiche, non verrà in alcun modo garantito che il lavoro sia realizzato senza errori di stampa. Il Committente garantisce inoltre che terrà copie dei dati di stampa.

2) Con riferimento ai contenuti, il Committente si impegna a non inviare contenuti di natura pornografica, di estremismo politico, razzisti, discriminatori, o contenuti che celebrano la violenza o istigano alla violazione delle leggi. Se il Committente viola il presente obbligo, il Contraente avrà diritto a risolvere immediatamente le presenti Condizioni, ex art. 1456 del Codice Civile, fatto salvo ogni altro diritto di cui alle presenti.

3) Il Committente controllerà con attenzione i dati di stampa prima di inviarli al Contraente, al fine di assicurare che gli stessi siano adatti all’ordine da eseguire e che siano in linea con i requisiti di cui sopra.

Art. 7 – Controllo dei dati di stampa

1) Il Contraente non ha l’obbligo di controllare i dati di stampa. Tuttavia, qualora ciò dovesse accadere, il Contraente comunicherà al Committente eventuali mancanze da esso individuate. Il Committente sarà pertanto obbligato a far sì che il Contraente possa processare i dati per verificarne le possibilità di stampa, a fornire dati corretti e/o a far pervenire prontamente i dati mancanti.

2) Il Contraente non avrà quindi alcun obbligo di effettuare controlli ulteriori sui dati di stampa. Il rischio di eventuali difetti nel materiale stampato dovuto a mancanze nei dati di stampa ricade esclusivamente in capo al Committente.

3) Il Contraente avrà il diritto ma non sarà obbligato a controllare i contenuti per identificare eventuali violazioni degli obblighi di cui all’art. 6, comma 2 delle presenti Condizioni.

Art. 8 – Conversione

Il Contraente non avrà alcun dovere di convertire i dati di stampa provenienti da formati diversi da quelli concordati. Se, ciononostante, le parti, in eventuali casi eccezionali, concordano su tale conversione, la conversione sarà realizzata a rischio del Committente. Le conversioni comportano il rischio generale di perdita di dati o che quanto rappresentato sia diverso dal disegno originale.

Art. 9 – Prezzi

1) Tutti i prezzi sono indicati sul sito Thinkink3d e vengono riassunti nella pagina dell’anteprima (prima dell’inoltro conclusivo dell’ordine) e/o comunicati al Committente tramite e-mail. Al Committente sono applicati i prezzi di cui al listino prezzi in vigore al momento della conclusione del contratto.

2) I prezzi indicati includono l’imballaggio e le tasse applicabili. In caso di consegna all’estero non sono comprese nel prezzo tasse, imposte e tributi doganali.

3) I prezzi hanno validità per il volume di prestazione e fornitura specificato nelle conferme d’ordine. Supplementi di fornitura e prestazione – ciò riguarda anche prestazioni extra, minori e speciali – saranno conteggiati a parte.

4) I prezzi sono da intendersi in Euro.

5) La spedizione ha luogo a carico del Committente. Le spese per la spedizione si aggiungono ai prezzi di cui sopra, sono indicate nella pagina di Checkout e sono comprensive di un’unica spedizione al recapito indicato dal Committente.

6) Nel caso di esercizio di recesso da parte del Committente in base alle previsioni di cui all’art. 4, il Committente sarà tenuto a sostenere i normali costi di restituzione se i beni forniti sono effettivamente quelli ordinati. In caso contrario, il costo della restituzione non sarà addebitabile al Committente.

Art. 10 – Fatturazione e pagamento

1) Il Contraente invia le sue fatture esclusivamente per posta elettronica. Il Contraente perciò non è tenuto ad inviare fatture cartacee.

2) Il pagamento non avrà avuto luogo finché gli importi non sono nella disponibilità del Contraente.

3) Il Committente ha diritto a procedere a compensazione, trattenuta o riduzione (dei pagamenti), anche quando si siano rivendicati vizi o contro-diritti, solo quando questi contro-diritti siano stati legalmente constatati ovvero siano incontrovertibili.

Art. 11 – Tempi di consegna e mancata consegna

1) Il Contraente informa il Committente che tutte le informazioni date in merito a scadenze o limiti di tempo per realizzare i servizi da parte dello stesso hanno valore meramente indicativo. Ciò comporta che gli stessi non siano da considerarsi termini vincolanti o garantiti, a meno di specifici accordi in senso contrario. Se il Contraente realizza, nel processare un ordine, che tale ordine non può essere consegnato entro il tempo precedentemente indicato, il Committente verrà prontamente informato con apposita e-mail.

2) Se il Contraente dovesse essere in ritardo per cause di forza maggiore e per eventi che materialmente impediscono o ostacolano l’attività dello stesso (tra cui, in particolare, tutti i tipi di problemi tecnici, difficoltà a reperire i materiali, ritardi nei trasporti, scioperi, impedimenti legali o difficoltà dei fornitori) il Contraente non è responsabile. Nella misura in cui tale impedimento od ostacolo sia di durata temporanea, il Contraente avrà diritto a ritardare la fornitura dei servizi per la durata dell’impedimento più un ragionevole tempo di ripresa dell’attività. Nel caso invece di impedimenti che non sono temporanei, il Contraente avrà diritto a recedere dal contratto in tutto o in parte (con tale termine si fa riferimento alla parte dell’ordine che non è stata ancora realizzata). Se l’impedimento dura più di 10 giorni lavorativi, il Committente avrà il diritto di recedere dal contratto con riferimento alla parte che non è stata ancora completata, fatto salvo un ragionevole periodo di preavviso scritto.

3) Perché il Contraente riesca a rispettare il programma di produzione, il Committente dovrà provvedere in maniera tempestiva e corretta a cooperare con esso.

Art. 12 – Spedizione e passaggio del rischio

1) Il rischio di una distruzione accidentale o di un deterioramento accidentale, si trasferisce al Committente al momento della consegna al trasportatore. Tale principio si applica indipendentemente da chi sostiene i costi di spedizione e dal trasportatore utilizzato.

2) Ogni spedizione che presenti un danno esterno deve essere accettata dal Committente solo dopo aver scelto di “accettare con riserva” o “riserva di controllo pacco integro” dallo spedizioniere. Se ciò non avviene, decadono tutti i diritti di risarcimento danni nei confronti del Contraente da ciò risultanti.

3) Se il prodotto viene restituito al mittente in quanto impossibile da consegnare, il Contraente non sarà tenuto a conservarlo per il Committente, salvo il caso in cui il Committente non sia responsabile per la mancata consegna. Il Contraente avrà diritto a distruggere i prodotti oggetto della consegna dopo aver verificato che la spedizione è stata correttamente effettuata, dopo averne dato comunicazione al Committente e dopo che sarà scaduto un termine ragionevole per il ritiro da parte dello stesso. Tutto ciò senza il venir meno il diritto del Contraente a ricevere il corrispettivo ad esso dovuto. Il Committente infine assumerà i rischi per eventuali depositi temporanei;

4) La consegna si intende perfezionata anche in caso di mora del Committente nell’accettazione della merce.

5) Per ordini contenenti più prodotti con diverse tempistiche di consegna previste, di norma la spedizione avverrà seguendo la consegna più lenta. Il Contraente avrà diritto ad effettuare una consegna parziale solo se economicamente conveniente per il Committente.

Art. 13 – Garanzia

1) Il periodo di garanzia è di un anno dalla fornitura o dall’accettazione, quando quest’ultima sia richiesta.

2) Gli oggetti forniti devono essere meticolosamente esaminati subito dopo la consegna al Committente o al terzo da lui designato. Essi si considereranno approvati, se non sarà pervenuto al Contraente in forma scritta, anche via e-mail, un ricorso per vizi relativo a vizi palesi o altri vizi, riconoscibili all’atto di un’immediata meticolosa ispezione, entro otto giorni lavorativi dalla cessione dell’oggetto di fornitura o entro otto giorni lavorativi dalla scoperta del vizio o dal momento in cui sia stato possibile al Committente riscontrare tale vizio nel normale utilizzo dell’oggetto di fornitura, senza ispezione più accurata.

3) Su richiesta del Contraente, quest’ultimo deve poter ritirare l’oggetto di fornitura contestato. In caso di giustificato ricorso per vizi, il Contraente si farà carico della ristampa del prodotto e della sua riconsegna. Viceversa, se il ricorso per vizi non fosse giustificato, al Committente verranno accreditati i costi di trasporto dal domicilio indicato dal Committente fino al Contraente e da quest’ultimo al domicilio indicato dal Committente.

4) Con riferimento ai prodotti di stampa personalizzati realizzati in base alle istruzioni del Committente, le richieste relative a eventuali difetti non saranno ammesse qualora il difetto possa essere attribuito al Committente che ha inviato dati di stampa difettosi, incompleti o non corretti.

5) Qualora i difetti siano di scarso rilievo e qualora i prodotti siano comunque utilizzabili, il Committente non potrà avanzare alcuna rivendicazione o pretesa. In particolare questo vale per:

– lievi differenze di colore;

– lievi tolleranze dimensionali.

Art. 14 – Prodotti di stampa personalizzati: titolarità degli strumenti di stampa e dei diritti d’autore

1) Il Contraente è il titolare esclusivo di ogni diritto di proprietà intellettuale e industriale, ivi inclusi eventuali diritti connessi, relativi agli strumenti di stampa realizzati e impiegati per produrre il materiale stampato.

2) I dati di stampa saranno distrutti dopo che la stampa è stata completata.

3) Il Committente avrà l’obbligo di accertarsi di avere tutti i diritti di usare i dati di stampa da lui trasferiti.

4) Il Committente manleverà e terrà indenne il Contraente da ogni perdita derivante da richieste di terzi per violazione dei diritti di proprietà intellettuale e industriale (in particolare i diritti d’autore, di marchio, di brevetto e simili), salvo il caso in cui quest’ultimo sia effettivamente responsabile. Il Committente manleverà e terrà indenne il Contraente da ogni danno che terzi dovessero ricevere per responsabilità del Committente.

Art. 15 – Riservatezza

Le parti sono tenute a non divulgare e a non rendere accessibili a terzi i segreti aziendali/commerciali e le altre informazioni riservate inerenti il rapporto contrattuale. Ciò vale anche successivamente alla cessazione del rapporto commerciale.

Art. 16 – Legge applicabile

Per le presenti Condizioni generali di contratto e per l’intero rapporto giuridico instaurato col presente contratto vale e si applica il Diritto italiano.

Il Committente, ai sensi degli art. 1341 c.c., dichiara di avere preso attenta visione delle Condizioni e di approvarne espressamente e specificamente il contenuto.

Informativa sul trattamento dei dati personali (art 13, D. Lgs. 196/2003)

Per l’informativa sul trattamento dei dati personali ti invitiamo a visitare l’apposita pagina cliccando qui.